Coltelli da caccia / sportivi - Le mie lame forgiate....

´
Aggiunti ai Favoriti
Pubblicato il 08 Aprile '21
Inserito da Michele Ruzzi (Utente Privato)
Visto da 29 persone
#771820
Prezzo da concordare

Descrizione

LE MIE LAME FORGIATE
Questi sono coltelli “Fulltang” oppure a codolo interno al manico ,
Nel primo caso il metallo del coltello si estende per tutto il manico, così da rendere solido al massimo il punto di flessione, sotto sforzo, tra lama e impugnatura, punto debole tipico dei coltelli da lavoro o combattimento; nel secondo ,la parte terminale della lama , di larghezza minore ma di maggior spessore , il codolo , entra interamente nell'impugnatura ed è fusa a essa con resine ipossidiche bicomponenti che rendono un tutt'uno codolo ed impugnatura.

Il materiale del manico delle mie lame può essere di molteplici tipologie: legno di olivo naturale , sfiammato e trattato a olio o, in alternativa, legno policromo assemblato o micarta realizzata al momento con materiali come tela juta o graniglie e ancora corno di cervo. I rivetti che tengono insieme le due guancette sono ricavati da tondino di ottone di vari diametri e secondo un preciso rapporto estetico rispetto alle dimensioni del coltello; ho anche realizzato coltelli i cui rivetti non erano altro che bossoli di vario calibro; l’occhiello passa correggiolo, ove presente, è a nudo o realizzato anch'esso con bossoli di vario calibro, sempre in ottone.

Le lame sono in acciaio ad alto contenuto di carbonio, solitamente ricavato da vecchie balestre di automobili, ormai sempre più rare, oppure, in alternativa, verghe di acciaio C70 o K720.
Le prime fasi della preparazione del coltello avvengono in forgia a mille gradi: l’acciaio perde la tempra e diventa più facilmente lavorabile; quindi viene sagomato a martello e incudine, con molteplici passaggi in forgia, poi rifinito a freddo con lime e carta vetro.

La nuova tempra si ottiene riportando in forgia a mille gradi circa, per una ultima volta, il pezzo semilavorato fino ad ottenere una omogenea austenitizzazione del metallo.
Il raggiungimento di questa fase è reso evidente dal fatto che l’acciaio, non più sensibile alla calamita, assumerà intenso colore rosso ciliegia, indicatore che la temperatura è al livello giusto per garantire una buona tempra; in rapida successione il pezzo si “spegne“ in olio minerale riscaldato a 80 gradi.
A questo punto, grazie allo sbalzo termico tra forgia e olio, il metallo della nostra lama è diventato molto duro ma anche poco elastico e quindi facile a spezzarsi se troppo sollecitato.
Per questo le tensioni del metallo vanno allentate tenendo il pezzo in forno a 200 gradi per un’ora, poi lasciato raffreddare a forno chiuso fino a temperatura ambiente.
Indice di durezza del metallo rilevato periodicamente con prove di laboratorio a campione non è mai inferiore a 59HRC

Quando il coltello è freddo si spazzola, si lucida e si affila a mola ad acqua e infine si fissano le guancette.
Volendo su richiesta è possibile fare a mano uno spartano fodero in cuoio.
La finitura della lama può essere lucida, brunita oppure “brutto di forgia” dove la lama non è completamente levigata e lucida, ma presenta ancora evidenti i segni dei colpi di martello a caldo sull’incudine.
Ovviamente un coltello realizzato con queste procedure è un coltello forgiato con materiali e tecniche in uso 2000 e più anni fa e come tale va trattato: niente lavastoviglie, niente detersivi aggressivi, ma solo acqua e sapone e va subito asciugato bene.
Se non è usato per lungo tempo, meglio riporlo dopo aver unto lama e impugnatura con un filo d’olio di oliva.
Il prezzo varia a seconda della grandezza , delle difficoltà di realizzazione , dal materiale con cui si realizza il manico , dalla presenza o meno del fodero in cuoio o in kydex, e oscilla tra i 100 e i 250 euro per quelli con manicatura realizzata con la "coccia" del palco di corna di cervo con incastrata una moneta d'argento.
Questo è un coltello unico fatto con attenzione e passione, non sarà mai uguale ad un altro e mai perfetto come un prodotto industriale…ma avrà una sua “ANIMA“.
ATTENTO !!! LEGGI !!! L E G G E R E !!!
  • NON PAGARE MAI ACCONTI - SONO TRUFFE!

    NON bonificare MAI su IBAN collegati a carte di credito prepagate, chiedi SEMPRE in banca se l'iban è bancario e NON POSTALE. Non ricaricare MAI carte POSTEPAY. NON fidarti di quanto ti dice il venditore. Con PayPal scrivi sempre Armiusate.it nei riferimenti e per i bonifici chiedi direttamente in Banca se dietro l'iban c'è un nome, cognome e indirizzo dell'interessato.
  • Tutte le trattative vengono fatte in privato tra acquirente e venditore. Armiusate.it non media, non rimedia e non interviene in nessuna maniera nella trattativa.
  • Non acquistare da persone che indirizzi all'estero.
  • Non fidarti MAI di utenti appena registrati e/o di feedback cercatevi tramite nome e cognome sui social come Facebook. Ricodate sempre che i truffatori lo fanno di professione!

    Se proprio DEVI rischiare, CHIAMACI PRIMA ma non dopo essere stato truffato, te l'avevamo detto!

Dalla Vetrina del nostro Sponsor




Click

35740 annunci attivi 75050 inseriti 210 inseriti solo oggi 208 attivati oggi 24234 utenti registrati Sponsor: www.Callister.Shop